Cortina in Croda

Beat Kammerlander, arrampicatore e fotografo austriaco, racconterà la sua vita in verticale. Sarà uno show multimediale che farà entusiasmare il pubblico. Kammerlander illustrerà la sua vita in montagna e offrirà una panoramica su 30 anni di storia di arrampicate.

Austriaco del Voralberg, Beat ha contribuito negli ultimi tre decenni in maniera determinante allo sviluppo dell’arrampicata sulle pareti Alpi.

Negli anni ’80, già fortissimo arrampicatore sportivo, sposta la sua attenzione dalle falesie alle pareti di calcare del Raetikon, gruppo montuoso fra Svizzera e Austria che sarà il suo terreno di gioco prediletto.
Le sue vie si contraddistinguono subito per il livello di difficoltà che si accompagna ad un etica di apertura rigorosa a al sistematico, ma limitatissimo uso degli spit.
L’apertura di New Age (8a+) nel 1989 rappresenta una pietra miliare nello sviluppo dell’arrampicata sulle pareti alpine, l’apertura di una “nuova era” di cui Beat è il precursore.
Nel 1990 Beat apre una nuova via ancora più difficile sulle pareti del 7. Kirchlispitze sempre in Raetikon, Unendliche Geschichte, che libera nel 1991 (8b+).
Nel 1994 è la volta della via che lo ha reso famoso, Silbergeier (8b+) sul V Kirchlispitze. Rimarrà per quasi un decennio fra le tre vie più difficili delle Alpi e ancora oggi è un punto di riferimento dell’alta difficoltà contando pochissime ripetizioni in libera.

Beat Kammerlander è conosciuto anche per le vie sportive in falesia (Speed 1995 8c+) e le sue ripetizioni in solitaria Nell'estate del 1999, Beat ha realizzato uno dei free solo più estremi della storia dell'arrampicata. Sono passati ormai ben 16 anni ed ancora oggi, la salita slegato di Mordillo, 8a+ a Voralpsee, è un'impresa difficilmente uguagliabile per la tecnicità e la precarietà che caratterizza la parete su cui si sviluppa.
Nel 2009 la leggenda austriaca leva gli spit da "Prinzip Hoffnung" , una via di 40 metri da lui precedentemente chiodata e salita dieci anni prima, e la libera nuovamente in stile trad, ossia protetta solo da nuts e fiends (8b/8b+).

Nel suo palmares non solo grandi imprese sulla roccia, anche salite su cascate di ghiaccio e dry tooling estremo.

Guida alpina, Beat è anche un affermato fotografo di montagna e emozionerà con le sue bellissime immagini ed i suoi filmati per raccontare la sua vita verticale.

PHOTO

News

Cortina InCroda chiude l'ottava edizione con il Cinema di Montagna.

L'ottava edizione di Cortina InCroda, che dal 14 luglio ha portato nella Regina delle Dolomiti grandi climber ed esploratori, si chiude gioved
segue...

A Cortina InCroda serata con il Trento Film Festival

Si rinnova giovedž 1 settembre la collaborazione tra Cortina InCroda e il Trento Film Festival.

Giovedž alle 21 al cinema Eden verra
segue...

A Cortina InCroda il Banff Mountain Film Festival World Tour Italy 2016

A Cortina InCroda il Banff Mountain Film Festival World Tour Italy 2016

Appuntamento da non perdere al Centro Congressi Alexander Girar
segue...

Cortina InCroda anche questa settimana offre due appuntamenti per ospiti e valligiani.

Mercoledž 17 Cortina InCroda recupera la serata con Barbara Zangerl che era slittata in quanto la climber si era ammalata.
Giovedž 18
segue...

EDIZIONI


SPONSOR

 
 
 
 
 
 

PARTNERS & FRIENDS